Cos’è il Piano Casa?

Il Piano Casa è un provvedimento del 2008,contenente un complesso di norme che prevede incentivi per ridar vita al settore dell’edilizia e regola la ristrutturazione, gli ampliamenti idonei al recupero ed adeguamento di un immobile in cui si vive.

Gli ambiti in cui è applicabile sono l’edilizia pubblica residenziale sovvenzionata e l’edilizia privata, ci sono ulteriori deroghe nei casi di demolizioni e ricostruzione o di ricorso alla bioedilizia ed al fotovoltaico ed infine i lavori fatti per ottenere un risparmio energetico.

Non esistono bonus volumetrici standard, visto che ogni regione a sua discrezione, può concedere la percentuale che va dal 20% per gli ampliamenti fino al 35% per le sostituzioni totali.

I vantaggi che nascono sono molto interessanti, infatti si può aumentare la cubatura della casa da un 20 ad un 30% in più dei metri cubi esistenti.

Un sottotetto utilizzato solo come ripostiglio, può diventare abitabile , di conseguenza s guadagna un piano in più, da una cantina si può ricavare una tavernetta, inoltre si possono chiudere balconi o portici e ricavare delle stanze.

Per poter usufruire di questi bonus bisogna seguire una procedura, serve prima di tutto il Documento unico di regolarità contributiva, la planimetria aggiornata dell’immobile che si intende ristrutturare.

Serve presentare a DIA, ovvero la Denuncia di Inizio Attività presso i comune di competenza 30 giorni prima dell’inizio dei lavori, unitamente alla certificazione di un tecnico abilitato che attesti l’ultimazione dei lavori.

Per districarsi nel mondo delle pratiche edilizie, consigliamo la società iRebuilding, che da anni si occupa di interventi su preesistenze, ristrutturazione e valorizzazione di immobili. La società abruzzese sarà in grado di dare tutto il supporto tecnico edilizio necessario per qualsiasi intervento su un immobile. Ringraziamo iRebuilding per la collaborazione nell’esposizione dell’argomento.