Tutto quello che c’è da conoscere sul packaging e la filiera integrata

Le soluzioni per una filiera integrata di confezionamento

La confezione di un prodotto potrebbe essere data per scontata ma dietro c’è un gradissimo studio di progettazione per realizzare i macchinari che confezionino i prodotti appena usciti dalla filiera di produzione. Le tecniche di produzione più all’avanguardia non servono a nulla se non supportate da una serie di soluzioni innovative e funzionali al massimo che consentono il confezionamento immediato al fine di mantenere le caratteristiche del prodotto, in particolar modo se si tratta di alimenti che si possono deteriorare e perdere le loro proprietà organolettiche. La progettazione di una filiera per il confezionamento e il packaging Milano aiuta a migliorare la produzione, velocizzandola poiché sono eliminati i tempi di trasporto del prodotto dallo stabilimento di produzione al settore che si occupa delle fasi successive. La filiera integrata ha anche il vantaggio di eliminare l’ingombro di linea, ottimizzando gli spazi.

Le funzioni di un packaging

La protezione del contenuto non è l’unica funzione di un imballaggio poiché il suo packaging Milano deve rispettare anche altri parametri. Anzitutto, l’imballaggio deve essere compatto, semplice da aprire a da chiudere per una maggiore fruibilità del prodotto. La confezione deve essere progettata e realizzata da appositi macchinari che le diano una forma regolare così da poter facilitare il trasporto ed eliminare gli sprechi legati a questa operazione. Inoltre, la confezione di un prodotto riporta tutte le informazioni che servono, fattore fondamentale in diversi settori, come quello farmaceutico dove segnare la data scadenza, il principio attivo, il metodo di somministrazione etc. Lo stesso vale per i prodotti alimentari la cui confezione indicata tutto quello che c’è da sapere: ingredienti, eventuali fattori che possono scatenare allergie, metodo di conservazione nonché di cottura.

I materiali più usati

Sono davvero molti i materiali che oggi sono utilizzati per la produzione di packaging Milano a partire dalla plastica, passando per la carta, all’alluminio e il vetro. Quest’ultimo lo si usa per le bevande e altri liquidi grazie alla sterilizzazione che assicura, nonostante sia fragile e impossibile da congelare o inserire nel forno. Una tendenza di questo settore che risulta molto in voga è l’utilizzo e la preferenza di prodotti bio compatibili per confezionare i prodotti, non solo quelli alimentari. Si preferisce evitare l’uso di derivati del petrolio, cioè tutti i tipi di plastica prediligendo altre materiali che siano almeno riciclabili al 100% come lo è l’alluminio o anche la carta. Esistono poi dei prodotti che oggi si usano per confezionare che sono di origine naturali come le confezioni realizzate con derivati del grano turco, che non sono in grado di avere la medesima efficacia che vanta la plastica ma vantano caratteristiche di eco sostenibilità decisamente maggiori, dato che la maggior parte dei rifiuti oggi è di plastica, la quale risulta indistruttibile tanto da generare vere e proprie isole di plastica negli oceani. L’aspetto ecologico oggi è un fattore che chi si occupa di confezionamento e sistemi per il packaging deve tenere ben presente.